ITA | ENG

A group photo taken in Matera

2014 - 30° YLC – Matera, Italia

30° Young Leaders Conference, Matera, 2-4 ottobre 2014

“Cultura, creatività e tecnologia: come strumenti e paradigmi innovativi danno nuovo slancio ai comportamenti individuali, alla politica e all’economia”. In che modo le nuove tecnologie digitali stanno influenzando i settori tradizionali della cultura, dell’apprendimento, del business, della politica? Quali sono le conseguenze a livello educativo, sull’economia e sulle relazioni interpersonali?
 
E’ questo il tema della trentesima Young Leaders Conference, che si è svolta a Matera dal 2 al 4 ottobre 2014.
 
Provenienti da Italia, Stati Uniti e da altri paesi del mondo (Brasile, Cina, Francia, Germania, India, Regno Unito, Russia, Spagna, Turchia), gli Young Leaders di questa conferenza sono manager, giornalisti, funzionari pubblici, docenti universitari, fondatori di società che operano in mercati globali, esperti di finanza e relazioni internazionali, e non è mancata – in relazione al tema discusso - un’adeguata rappresentanza del mondo artistico.
 
Come ogni anno, i partecipanti hanno fatto tesoro, durante i momenti conviviali, della presenza di personalità di spicco nel mondo dell’economia e della cultura.
 
Lorenzo Bini Smaghi (alumnus del programma Young Leaders, già membro del board della BCE, oggi presidente di Snam) è stato il keynote speaker della cena di apertura, che ha visto anche la partecipazione di numerosi alumni per festeggiare i trent’anni del programma Young Leaders.
 
Molto apprezzati gli interventi di Fabio Volpe, responsabile Geospatial Content Evolution di e-GEOS, di Kimberly Bowes, direttrice dell’American Academy in Rome e di Paolo Verri, direttore del Comitato Matera 2019 e responsabile contenuti espositivi e palinsesto eventi del Padiglione Italia, EXPO 2015. Fabio Volpe ha illustrato le sinergie possibili tra industria aerospaziale e patrimonio culturale, protezione dell’ambiente e smart city. Kimberly Bowes ha illustrato il ‘caso Matera’: la rinascita della città dopo anni di abbandono. Paolo Verri ha descritto l’ambizioso progetto di candidatura che ha portato Matera ad essere nominata Capitale europea della cultura per il 2019.

Generoso sostegno alla conferenza è stato fornito da Comitato Matera 2019, Fiat-Chrysler, Enel, Bawer, Google, Generali.